HomeanteprimeNuova Toyota Sienta: il clone della Fiat Panda

Nuova Toyota Sienta: il clone della Fiat Panda

Toyota ha presentato ufficialmente la nuovissima Sienta, che sostituisce il modello di seconda generazione presentato per la prima volta nel 2015. Costruita sulla versione GA-B della Toyota New Global Architecture (TNGA), la piccola monovolume sarà venduta in Giappone principalmente nelle configurazioni a cinque e sette posti, quest’ultima caratterizzata da tre file di sedili in una disposizione 2-3-2.
Nonostante la nuova piattaforma, l’ultima Sienta mantiene quasi le stesse dimensioni del suo predecessore, con una lunghezza di 4.260 mm, una larghezza di 1.695 mm e un passo di 2.750 mm. Una differenza fondamentale è l’altezza del veicolo, che ora raggiunge un picco di 1.715 mm, ovvero 20 mm in più rispetto al modello precedente.
La linea del tetto più alta contribuisce ad aumentare di 20 mm l’altezza dell’abitacolo, mentre altri miglioramenti dello spazio interno sono rappresentati da un massimo di 1.000 mm (+80 mm) di distanza di coppia anteriore/posteriore, ai vertici della categoria, per un migliore comfort della seconda fila.
Anche l’ingresso e l’uscita sono migliorati grazie alle porte scorrevoli elettricamente modificate, che ora hanno un’altezza di apertura di 1.200 mm (+60 mm). Il pianale piatto senza gradini e l’altezza ridotta del pavimento di 330 mm (350 mm per i modelli a trazione integrale) sono invariati rispetto al modello precedente.

Queste revisioni sono racchiuse in una carrozzeria dallo stile più utilitario e meno “organico” rispetto al modello di seconda generazione. I fari hanno una forma più squadrata e sono ora delimitati da una cornice nera che attraversa il logo Toyota, anche se continuano ad avere un’estremità che si estende nel parafango come in precedenza.
Altrove, l’ampia presa d’aria inferiore del modello precedente ha ora una forma angolare e sfoggia una barra nera che sembra avere la funzione di fornire protezione in caso di urti involontari con l’ambiente. In effetti, gli angoli dei paraurti e la metà inferiore delle portiere sono tutti caratterizzati dallo stesso rivestimento nero che ricorda gli Airbump della prima Citroen C4 Cactus.
Toyota osserva inoltre che la linea di cintura orizzontale più bassa della nuova Sienta consente di avere finestrini più grandi che favoriscono una migliore visibilità. Anche la linea dei finestrini sopra le guide delle porte posteriori motorizzate è stata rivista per ottenere un finestrino posteriore più consistente, in modo che i passeggeri della terza fila abbiano una visuale migliore.
Inoltre, la linea dei finestrini termina con i fanali posteriori, che ora sono unità verticali molto più grandi e montate più in alto negli angoli.

DATI TECNICI E MOTORI

Per quanto riguarda la motorizzazione, la monovolume viene offerta con un tre cilindri a benzina M15A-FKS da 1,5 litri ad aspirazione naturale della famiglia Dynamic Force, utilizzata anche nella Yaris europea. Il motore, che eroga una potenza di 120 CV a 6.600 giri/min e una coppia di 145 Nm da 4.800 a 5.200 giri/min, aziona le ruote anteriori tramite un Direct Shift-CVT e il suo miglior risparmio di carburante è di 18,4 km/l secondo lo standard WTLC.
L’altra opzione è l’ibrido serie-parallelo che consente di ottenere 28,8 km/l. L’allestimento è costituito da un tre cilindri a ciclo Atkinson da 1,5 litri M15A-FXE che eroga 91 CV a 5.500 giri/min e 120 Nm da 3.800 a 4.800 giri/min. Come per la Yaris Hybrid, è presente un eCVT e un motore elettrico, quest’ultimo alimentato da una batteria da 6,5 Ah situata sotto il pavimento del veicolo, che fornisce 80 CV (79 CV o 59 kW) e 141 Nm.
La versione ibrida è disponibile anche nella versione E-Four, che aggiunge un motore elettrico posteriore da soli 3 CV (2,95 cv o 2,2 kW) e 44 Nm per la trazione integrale, al fine di garantire una migliore trazione su strade scivolose. I modelli con il sistema E-Four hanno un’altezza da terra maggiore di 350 mm, come già detto.
In Giappone, tutti e tre i propulsori sono disponibili in tre versioni: la X di base, la G di fascia media e la Z di gamma. I prezzi per la gamma non ibrida sono compresi tra 1,95 e 2,56 milioni di yen, mentre i motori ibridi a trazione anteriore vanno da 2,38 a 2,91 milioni di yen.
Se si desidera l’ibrido con il sistema E-Four, il prezzo di partenza è di 2,578 milioni di yen e sale fino a 3,108 milioni di yen. La Sienta viene offerta anche in versione Welcab, per soddisfare le esigenze dei disabili costretti su una sedia a rotelle.
La versione Welcab può avere quattro o cinque posti, con la terza fila omessa per fare spazio alla sedia a rotelle e alla rampa opzionale. È disponibile anche una versione Friendmatic del modello Welcab che riduce la forza di sterzata di circa la metà rispetto al modello base, in modo che le persone in sedia a rotelle possano guidare il veicolo da sole. È possibile installare in un secondo momento ulteriori dispositivi di assistenza alla guida per soddisfare le esigenze dei clienti.

ULTIMI POST