Renault Austral VS Peugeot 3008: sfida nel 2023

Renault Austral VS Peugeot 3008: sfida nel 2023

All’inizio di quest’anno, i colleghi di Auto-Moto.com hanno rivelato una nuova illustrazione di ciò che potrebbe essere la prossima Peugeot 3008. Un cambiamento radicale di stile per questa terza generazione, che adotterebbe nuovi sputni tratti dalla concept car E-Legend del 2018 e dalla hypercar 9×8.

Nel frattempo, Renault ha presentato il suo Austral all’inizio di marzo, il nuovo SUV che andrà a sostituire il Kadjar. Per lui, si tratta piuttosto di un cambiamento nella continuità. Il modello Losange sarà in grado di tenere il passo con l’offensiva del Leone, appena un anno dopo il suo lancio? O subirà lo stesso destino della Kadjar?

Peugeot intende ripartire da zero per la sua prossima 3008, soprattutto perché un nuovo designer è responsabile del progetto. Dopo la partenza di Gilles Vidal per Renault, è il suo collega Matthias Hossann, ex venditore di concept car, che ha il difficile compito di ridefinire lo stile Peugeot. L’uomo dietro il concept E-Legend, presentato al Salone di Parigi 2018, potrebbe quindi prendere l’idea di un frontale in stile 504 e applicarlo al resto della gamma. La Peugoet 3008 di terza generazione sarebbe quindi più atletica, con grandi prese d’aria, una griglia quadrata ornata con il nuovo logo e angoli retti più pronunciati. I fari, anche molto quadrati, potrebbero ricevere una nuova firma di luce a tre artigli, nella vena delle luci posteriori di recenti produzioni del marchio.

LA SFIDA TRA I CROSSOVER

La Renault Austral gioca la carta della rotondità con fari a forma di C, un tetto relativamente affusolato e alcune pieghe nella carrozzeria sulle porte o sul cofano che rendono il tutto più dinamico. Il SUV di Renault, che si estende a 4,51 m, ha anche una finitura nel paraurti anteriore in contrasto con la carrozzeria come la Mégane E-Tech elettrica.

La Renault Austral ha un interno tutto nuovo ispirato allo stile OpenR dalla Mégane elettrica. Il layout è stato leggermente rivisto con una console centrale più alta, consentendo un po’ più spazio a bordo. Due schermi a forma da 12 e 12,3 pollici mostrano i contatori e il sistema multimediale fornito da Google. Nella parte posteriore, un sedile a panca scorrevole di 16 cm offre una generosa modularità, con più o meno spazio nel bagagliaio a seconda delle esigenze.

Da parte sua, Peugeot potrebbe rivedere la sua architettura i-Cockpit integrando, come sulla recente 308, i nuovi tasti di scelta rapida personalizzabili su un touch screen supplementare posto sotto il pannello centrale. Alcune nuove caratteristiche potrebbero apparire sul SUV, come la strumentazione 3D (già disponibile su altri modelli) o il volante capacitivo, che viene utilizzato per controllare che il conducente stia prestando attenzione durante la guida semi-autonoma.

I MOTORI

In termini di motori, la Renault Austral non ha più un motore diesel e si affida principalmente a unità a benzina elettrificate. Un nuovo motore a tre cilindri 1.2 TCe da 130 CV è incluso nel catalogo, con una micro-ibridazione a 48V. Questo powetrain è utilizzato anche su una nuova versione ibrida E-Tech, che offre 160 o 200 CV. È incluso anche un quattro cilindri 1.3 TCe con 140 o 160 CV. Per il momento, nessun ibrido ricaricabile è in programma, anche se Renault non esclude di offrirlo in un secondo momento.

Da parte sua, la futura Peugeot 3008 sarà basata su una nuova piattaforma. Abbandonerà la base EMP2 per una nuova versione STLA Medium, che sarà modulare e multi-energia. Così, il SUV del Leone dovrebbe offrire motori a combustione convenzionale, potenzialmente con micro-ibrido, così come l’ibrido plug-in già offerto oggi. Il modello debutterà anche il nuovo cambio automatico a otto velocità sviluppato con Punch Powertrain. Si prevede anche l’introduzione di una nuova variante completamente elettrica, con batterie fino a 100 kWh, che offrirà un’autonomia di 600-700 km secondo le prime informazioni. Questo è molto meglio della futura Peugeot e-308, che avrà un’autonomia massima di 400 km.