HomeblogAirbag Takata, niente richiamo per 56 milioni di pezzi

Airbag Takata, niente richiamo per 56 milioni di pezzi

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) non richiederà alle case automobilistiche di richiamare 56 milioni di air bag Takata negli Usa.

La NHTSA afferma che i dispositivi non rappresentano un rischio per la sicurezza come i dispositivi di gonfiaggio degli air bag Takata coinvolti in precedenti richiami in tutto il mondo. Nel 2016, sono stati richiamati altri 40 milioni di airbag Takata. L’NHTSA ha dichiarato che avrebbe esaminato 56 milioni di airbag entro la fine del 2019 per vedere se fosse stato necessario richiamarli.

I precedenti richiami hanno riguardato i sistemi di gonfiaggio degli airbag che potevano esplodere al momento dell’azionamento, disperdendo frammenti di metallo nell’abitacolo del veicolo. L’indagine ha concluso che l’esposizione a lungo a calore e umidità elevati può degradare i dispositivi di gonfiaggio, rendendoli più soggetti a rotture. Ci sono stati almeno 25 decessi legati ai dispositivi di gonfiaggio degli air bag Takata e quasi 300 feriti in tutto il mondo.

L’NHTSA afferma di aver esaminato i dettagliati report sui test approfonditi svolti su 56 milioni di gonfiatori.

In una dichiarazione, David Kelly, che dirige un gruppo di test Takata, ha detto: “Nessuno di gonfiatori studiati e delle combinazioni di propellenti ha avuto effetti dannosi, ad eccezione di quelli sottoposti alle condizioni climatiche più severe”.

spot_img

ULTIMI POST