Daimler e Volvo stanno valutando la possibilità di unire le forze per ridurre i costi di sviluppo dei motori a combustione interna.

Secondo Automobilwoche i colloqui iniziali con Daimler hanno già avuto luogo, ma non ci sono piani concreti.

Geely, proprietaria di Volvo, detiene anche una quota del 10% nella casa automobilistica tedesca. A ottobre, Volvo ha dichiarato che avrebbe unito lo sviluppo dei suoi motori a combustione e le risorse produttive con Geely in un’operazione per creare “un nuovo fornitore globale che cercherà di sviluppare motori a combustione di prossima generazione e propulsori ibridi”.

Secondo quanto riferito, questa nuova divisione potrebbe iniziare le operazioni entro la fine di marzo, a sua volta fungendo da possibile punto di partenza per una cooperazione con Daimler, sebbene un ulteriore passo potrebbe essere una partnership per lo sviluppo di propulsori elettrici.

Geely e Daimler hanno già in programma di costruire auto elettriche intelligenti di prossima generazione in Cina attraverso una joint venture. Per quanto riguarda Volvo e Geely, condividono già la tecnologia attraverso il marchio Lynk.