Mobilità: Singapore, Amsterdam e Londra le città più avanti

Quaki sono le città con la migliore mobilità? Una ricerca condotta dall’Istituto di studi sui trasporti dell’Università della California, Berkeley ci fornisce un quadro completo.

L’indice analizza le reti di mobilità pubbliche e private alla lice di una serie di fattori tra cui la capacità di recepire le tecnologie future. La ricerca fa il punto sulle migliori pratiche e strategie che consentiranno alle città di migliorare la viabilità con l’obiettivo di trasformare la mobilità urbana traendone un vantaggio economico.

Non esiste una soluzione unica quando si tratta di mobilità. A Los Angeles, ad esempio, l’89% degli spostamenti avviene in auto, mentre a Hong Kong solo il 7%. Ad Amsterdam, il 60% delle persone si sposta in bicicletta o camminando; a Città del Messico, il 70% prende il trasporto pubblico.

SINGAPORE NUMERO 1

Singapore si colloca al primo posto dell’indice perché riconosce l’importanza di costruire ecosistemi e partenariati di ricerca con investimenti nelle infrastrutture. La città è stata pioniera nel ridurre la congestione del traffico attraverso varie iniziative e ha lavorato per integrare la tecnologia all’avanguardia con politiche di trasporto progressivo. La regione è all’avanguardia negli ultimi strumenti, piattaforme e servizi di mobilità, nonché nella guida autonoma e nella gestione del traffico digitalizzata in tempo reale.

Amsterdam, la seconda classificata, ha dimensioni inferiori a Singapore ed è nota per la sua solida infrastruttura stradale, l’ampio sistema di trasporto pubblico e gli sforzi per scoraggiare l’uso dell’automobile. Negli ultimi anni la città olandese ha adottato politiche per favorire i veicoli elettrici e autonomi, aumentare il numero di stazioni di ricarica e incoraggiare modi di trasporto alternativi, in particolare le biciclette.