I dubbi di Toyota sul futuro delle auto elettriche

Toyota Tsusho Corp, uno dei maggiori produttori al mondo di litio, ha detto oggi che ci vorranno almeno altri due anni per valutare correttamente che direzione prenderà il mercato dei veicoli elettrici (EV) prima di decidere se espandere ulteriormente la loro offerta.

Nei prossimi 2-3 anni, le principali case automobilistiche introdurranno più auto elettriche, rendendo i veicoli elettrici di massa, ha detto a Reuters Masaharu Katayama, capo dell’unità strategica della società.

Bisognerà capire come le persone usaseranno le auto elettriche prima di valutare i prossimi investimenti. Il mercato EV è esploso negli ultimi anni, ma rappresenta ancora solo una piccola parte delle vendite totali di auto. La domanda è stata sostenuta da sussidi e da regolamenti ambientali sempre più restrittivi, in particolare in Cina e in Europa.

Tuttavia, i giganti del settore stanno aumentando questi sforzi. Volkswagen ha promesso quasi 70 nuovi modelli elettrici nel prossimo decennio, mentre la General Motors, che ha dichiarato il proprio impegno per un “futuro completamente elettrico” e intende rendere il suo marchio Cadillac di lusso solo elettrico.

Toyota Tsusho, che fa parte del Toyota Group guidato da Toyota Motor Corp, attualmente produce circa 15.000 tonnellate di carbonato di litio nel suo stabilimento in Argentina attraverso una joint venture con il produttore australiano Orocobre. Attualmente si lavora ad una espansione della produzione a 42.500 tonnellate dal 2021. Insomma investimenti al via ma occhio alla risposta del mercato.