Clamoroso: la Ferrari ci ripensa e dice sì a Netflix e agli esports

La Ferrari sta considerando la possibilità di impegnarsi con Netflix nel un secondo documentario suula Formula Uno. Dopo il rifiuto anche di Mercedes-Benz, Ferrari ha deciso di unirsi al resto delle 10 squadre del campionato mondiale che hanno firmato il contratto con Netflix.

Ferrari e Mercedes non ha collaborato alla serie Drive to Survive, girata da Netflix la scorsa stagione, sostenendo che avevano bisogno di concentrarsi sulla battaglia per il titolo.

“È sicuramente un programma interessante, non abbiamo partecipato alla scorsa stagione come Ferrari”, ha detto Binotto ai giornalisti al Gran Premio di Spagna. “Lo stiamo considerando al momento, non abbiamo preso la nostra decisione finale, quindi è qualcosa che faremo nelle prossime settimane”.

L’amministratore delegato di Formula 1, Sean Bratches, ha detto questo mese che si aspetta l’ok ad una seconda serie per andare avanti con le riprese già in corso.

Attualmente Ferrari è l’unica che non ha aderito al campionato ufficiale di esport arrivato alla sua terza stagione. Nel 2018 la Mercedes ha vinto entrambi i titoli (costruttori e piloti), come nel mondo reale.

Binotto ha detto che anche in questo caso la posizione di Ferrari potrebbe cambiare.

“Esport sta aumentando in termini di interesse”, ha detto Binotto. “Non siamo ancora pienamente impegnati nel programma, ma è qualcosa in cui le discussioni sono in corso e presto prenderemo la nostra decisione”.