Gara sfortunata per Mahindra Racing all’e-Prix di Parigi

Nell’E-Prix di Parigi Mahindra ritrova l’affidabilità per portare due vetture al traguardo e ottenere con Felix Rosenqvist punti importanti per mantenere il terzo posto nella Classifica Piloti.

È mancato però l’acuto, e fin dalle prove la squadra non è riuscita a trovare quella velocità necessaria per qualificarsi per la super pole e lottare ai vertici. Rosenqvist ha avuto un incidente in prova e non si è mai trovato completamente a proprio agio sul circuito. In gara ha rimontato alcune posizioni e ha tagliato il traguardo all’ 8° posto. Nick Heidfeld invece si è classificato 11°, a un passo dalla zona punti. Con questo risultato Mahindra è scesa dal podio nella Classifica Costruttori ed è ora quarta. Ad ogni modo con quattro gare ancora da disputare, è ancora possibile rimontare almeno fino al secondo gradino del podio. Più arduo il compito per Rosenqvist, dopo che Vergne – vincendo ancora – ha messo una seria ipoteca sul titolo; alle sue spalle c’è sempre Bird.

Il prossimo appuntamento con la Formula E sarà il 19 maggio a Berlino, dove Rosenqvist ottenne il suo primo successo nel 2017. Che possa essere di buon auspicio?

Nel frattempo il 5 maggio alle ore 16,15 una monoposto M4Electro del Mahindra Racing guidata da Nick Heidfeld, si esibirà tra le strade del borgo medioevale di Brisighella nell’ambito del Trofeo Bandini. Il Team Principal Dilbagh Gill e il pilota tedesco riceveranno un riconoscimento da parte degli Organizzatori. Il Trofeo Bandini, nato per onorare la memoria di Lorenzo Bandini, ogni anno premia diverse celebrità del mondo della Formula 1 e del Motorsport in generale. La presenza di una Formula E vuole rappresentare un segno di continuità dopo l’evento di Roma.

ottenere con Felix Rosenqvist punti importanti per mantenere il terzo posto nella Classifica Piloti.

È mancato però l’acuto, e fin dalle prove la squadra non è riuscita a trovare quella velocità necessaria per qualificarsi per la super pole e lottare ai vertici. Rosenqvist ha avuto un incidente in prova e non si è mai trovato completamente a proprio agio sul circuito. In gara ha rimontato alcune posizioni e ha tagliato il traguardo all’ 8° posto. Nick Heidfeld invece si è classificato 11°, a un passo dalla zona punti. Con questo risultato Mahindra è scesa dal podio nella Classifica Costruttori ed è ora quarta. Ad ogni modo con quattro gare ancora da disputare, è ancora possibile rimontare almeno fino al secondo gradino del podio. Più arduo il compito per Rosenqvist, dopo che Vergne – vincendo ancora – ha messo una seria ipoteca sul titolo; alle sue spalle c’è sempre Bird.

Il prossimo appuntamento con la Formula E sarà il 19 maggio a Berlino, dove Rosenqvist ottenne il suo primo successo nel 2017. Che possa essere di buon auspicio?

Nel frattempo il 5 maggio alle ore 16,15 una monoposto M4Electro del Mahindra Racing guidata da Nick Heidfeld, si esibirà tra le strade del borgo medioevale di Brisighella nell’ambito del Trofeo Bandini. Il Team Principal Dilbagh Gill e il pilota tedesco riceveranno un riconoscimento da parte degli Organizzatori. Il Trofeo Bandini, nato per onorare la memoria di Lorenzo Bandini, ogni anno premia diverse celebrità del mondo della Formula 1 e del Motorsport in generale. La presenza di una Formula E vuole rappresentare un segno di continuità dopo l’evento di Roma.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram did not return a 200.