anteprime

Maserati rifà il look alla Gran Turismo ma senza stravolgimenti

La GranTurismo firmata Pininfarina è una pietra miliare nella storia di Maserati ed esprime lo spirito del marchio. La lussuosa coupé 4 posti nasce come un’interpretazione ultramoderna dell’elegante Maserati A6 1500 del 1947, che è poi diventata nel corso degli anni una delle vetture Maserati più emblematiche mai costruite, grazie al suo design senza tempo e al carattere GT senza compromessi.

L’esuberanza delle prestazioni del motore V8 aspirato di fabbricazione Ferrari e il comfort dei quattro sedili singoli in pelle Poltrona Frau® fanno della GranTurismo la massima espressione della passione, della tecnologia e dell’artigianalità Maserati.

La GranTurismo è assemblata, insieme alla GranCabrio, nello storico stabilimento Maserati di viale Ciro Menotti a Modena, secondo alti standard di produzione e di controllo qualità al mondo. Dal 2007 a oggi sono stati venduti oltre 37.000 esemplari di GranTurismo e GranCabrio in tutto il mondo.

Per il 2018, la gamma GranTurismo presenta due versioni dai tratti distintivi: Sport e MC. La versione GranTurismo con motore di 4,2 litri esce di produzione, mentre la Sport e la MC condividono lo stesso gruppo propulsore e gli stessi pacchetti per la personalizzazione degli interni. Tra tutti i modelli della gamma, il ruolo di ambasciatrice della tradizione racing Maserati spetta alla versione MC (acronimo di Maserati Corse), che va a sostituire la precedente MC Stradale.

Entrambe le versioni GranTurismo, Sport e MC, sfoggiano il leggendario motore V8 di 4,7 litri, che eroga una potenza di 460 CV a 7.000 giri/min e 520 Nm di coppia massima a 4.750 giri/min. Direttamente unito alla parte posteriore del motore, il cambio automatico ZF a 6 rapporti (MC Auto Shift) è dotato di molteplici funzionalità, già adottate su altri modelli Maserati, come le cinque modalità di funzionamento.

Il propulsore V8 aspirato è assemblato a mano nello stabilimento Ferrari di Maranello e pesa appena 175 kg. Il motore di 4,7 litri presenta un carter umido, un albero motore di tipo cross-plane (a croce), esclusività Maserati, e offre una risposta dell’acceleratore senza eguali, una rapida impennata del contagiri e l’inebriante suono che rappresenta il marchio di fabbrica Maserati.

Il team del Centro Stile Maserati di Torino ha intrapreso il restyling della gamma MY18 con il massimo rispetto per il design senza tempo di Pininfarina. Il processo di restyling ha migliorato l’efficienza aerodinamica garantendo al tempo stesso l’ottemperanza alle recenti normative in materia di sicurezza dei pedoni.

I nuovi paraurti anteriore e posteriore della GranTurismo MY18 ne modificano con eleganza l’impatto visivo senza alterarne il carattere originale. Le versioni Sport e MC si basano sugli stessi componenti con inserti che variano per ciascuna di esse a sottolinearne la diversità del carattere. Anche i proiettori hanno subito un leggero restyling per il 2018, mentre è stata integrata una nuova telecamera posteriore di parcheggio.

Il paraurti anteriore presenta una calandra esagonale più grande “a muso di squalo”, circondata da un inserto cromato. Il nuovo frontale della vettura s’ispira al fantastico concept Alfieri e offre un nuovo effetto tridimensionale alla vista frontale, migliorando al tempo stesso la distribuzione del flusso dell’aria e riducendo la resistenza aerodinamica.

Le prese d’aria laterali del paraurti, introdotte dapprima nella MC Stradale e adottate successivamente da tutta la gamma GranTurismo nel 2012, sono state riprogettate per il 2018: conferiscono un senso di stabilità spostando di fatto il peso della vettura sulle ruote anteriori, migliorando al contempo l’efficienza aerodinamica.

La GranTurismo MC, d’ispirazione palesemente corsaiola, sfoggia un cofano motore realizzato in fibra di carbonio in tinta vettura di serie. Il cofano è dotato di sfiati funzionali che creano deportanza, delle iconiche prese d’aria verticali nel parafango anteriore, profonde minigonne laterali, pinze freno in titanio (con finitura nera per la versione Sport) e i cerchi forgiati da 20” Trofeo Silver, più solidi e più leggeri del 10%.

Leggi anche